ProgrammazionePython

Python: gestione delle variabili!

0

Benvenuto, nello scorso articolo avevamo visto vari aspetti su questo linguaggio e poi creato il classico “Hello World”.

Qui vedrai invece come gestire le variabili, lavorare con esse e visualizzarne i valori in output.

Non ho citato le costanti perché in Python non esistono di per sé le costanti, a
differenza di altri linguaggi scripting che le possiedono (per esempio il PHP).

In Python il discorso variabili è al quanto speciale, perché come la maggior parte dei linguaggi scripting non si definisce il tipo di dato (intero, reale, booleano e letterale), ma allo stesso tempo è possibile farlo per definire magari delle conversioni o anche, come vedrai nel prossimo articolo, per gli input.

Le variabili vengono create semplicemente così: nome_variabile = valore
Il valore alle variabili può essere riassegnato in un qualsiasi momento facendo i classici calcoli, per esempio:

x=1
y=2
z=x*y
print(z)
z=x+y
print(z)
z=”Hello World”
print(z)

È disponibile anche il comando type(nome_variabile) che permette di visualizzare il tipo di dato di una variabile, anche se magari non lo abbiamo mai specificato Python riesce a riconoscerlo (in base anche ai cambi effettuati, come nell’esempio):

Altra chicca di questo linguaggio riguardo le variabili è la possibilità di poterle
cancellare durante l’esecuzione dello script. La spiegazione più plausibile, secondo me, dello scopo che ha questo comando è quello di alleggerire magari determinati script.

Nel senso che le variabili sono celle di memoria della RAM con un
determinato spazio riservato (ecco perché lo specificare il tipo di dato può essere un vantaggio, perché una stringa di testo occupa più memoria rispetto che un valore booleano, pertanto se si specifica il tipo di dato si “ritaglia” direttamente uno spazio di memoria adeguato, è comunque un discorso da affrontare in maniera più dettagliata e più avanti), eliminare la variabile significa quindi liberare nuovamente quella cella di memoria creata.

Dipende poi dalla lunghezza degli script e dal costo complessivo che si crea, ovvio che non è sensato eliminare una variabile in uno script che fa soltanto una somma di numeri.

Si utilizza quindi del(nome_variabile), una volta eliminata non potrà essere
richiamata in output o essere utilizzata per i calcoli (come noti sotto riceverai un messaggio di errore), si dovrà in caso ricrearla normalmente:

Per questo articolo è tutto, ti aspetto nel prossimo!

Techno Age Admin

PHP: gestione delle variabili e costanti!

Previous article

Ecco quattro modi per bloccare le pubblicità su Android! 2019

Next article

Comments

Rispondi

Login/Sign up