JavaProgrammazione

Java: istruzione di iterazione FOR!

0

Benvenuto in questo nuovo articolo sul linguaggio di programmazione Java.

Hai finalmente finito di vedere il ciclo do-while e while, ora passerai all’ultimo ciclo: il for.

Come ho già detto è un ciclo più simile al while rispetto che al do-while, ma anche questo ha la funzione di ripetere un blocco di azioni presenti al suo interno per una quantità di volte.

La differenza sta nella sintassi del comando e anche nell’uso che poi specificherò.

Il ciclo for si presenta con questa sintassi: for(inizializzazione di variabili ; condizione ; incremento di variabili)
{
…comandi…
}

Per “inizializzazione di variabili” si intende una o più variabili che vengono inizializzate con un determinato valore; le si possono usare per vari scopi, generalmente come contatori, ma non solo (dipende da che ti serve fare).

Per “condizione” si intende la condizione classica vista nel while e dowhile, ricordo che deve essere sempre vera affinché il ciclo si esegua.

Per “incremento di variabili” si intende l’incremento, o decremento, di una o più variabili (dipende anche qui da ciò che ti serve), generalmente si incrementano i contatori inizializzati nella prima sezione “inizializzazione di variabili”.

Guarda ora un esempio pratico, verranno stampati in output tutti i numeri pari dallo 0 al 10 (compresi):

Come ben vedi il contatore i viene inizializzato con il valore 0, la condizione nostra afferma che i<=10 e l’incremento ci permette di incrementare automaticamente di +2 ogni volta che riinizia il ciclo così da  fornire direttamente i pari.

Una volta che i sarà uguale a 12 la condizione risulterà falsa (perché non è più i<=10) e quindi, come per gli altri cicli, il programma proseguirà con la sua esecuzione.

C’è da dire inoltre che il ciclo for non “pretende” l’inserimento obbligatorio dei tre campi visti, possiamo ometterne anche qualcuno (come l’inizializzazione se è stata già fatta al momento della dichiarazione della variabile contatore) o perfino tutti.

Ricordo che se si omettono tutti i campi ( for(;;) ) esso diventerà un ciclo infinito poiché la condizione sarà sempre vera e non potrà uscire dal ciclo.

Ma quando è preferibile usare while e quando for?

Il while è preferibile usarlo quando il programmatore non sa quante volte l’utente ciclerà una serie di comandi, mentre il ciclo for è preferibile quando il programmatore sa quante volte deve ripetere le operazioni.

Ecco che quando vedrai gli array si preferirà l’uso del for.

Per questo articolo è tutto, ti aspetto al prossimo articolo!

Techno Age Admin

Alexa vs Google Home, quale scegliere?!

Previous article

OnePlus Concept One, discutiamone!

Next article

Comments

Rispondi

Login/Sign up