LinuxSistemi Operativi

DNS, panoramica e comandi Linux per la gestione!

0

Benvenuto in questo nuovo articolo.

Oggi torneremo a parlare di Linux e in particolare faremo una panoramica generale sui comandi a disposizione per quanto concerne i vari aspetti della rete, in particolare vedremo i comandi di base per gestire il DNS su Linux.

Prima di cominciare con la guida vera e propria è necessario premettere che questi comandi sono stati testati su 2 distro in particolare ovvero Debian e Elementary Os (derivato da Ubuntu).

Potrebbe capitare che su altre distribuzioni questi ultimi non funzionino o semplicemente abbiano una sintassi leggermente diversa.

Per iniziare ad utilizzare la maggior parte dei comandi che verranno introdotti è necessario identificare la nostra interfaccia di rete. Digitando il comando

ip a

apparirà la lista delle nostre interfacce di rete (o schede di rete) e una serie di caratteristiche ad esse associate come, ad esempio, identificatore, indirizzo MAC, e molte altre.

Molto probabilmente saranno 2 in particolare i risultati che otterrai. In effetti, la maggior parte dei PC, sono dotati di un’interfaccia di rete cablata e un’interfaccia di rete wireless (esempio eth0 e wlan0).

Ricorda i nomi delle varie interfacce, saranno utili nei prossimi passaggi.

Iniziamo col capire cos’è un server DNS (Domain Name Server).

Un server DNS è uno strumento al quale periodicamente richiediamo la traduzione dei domani web in indirizzi.

In Linux per visualizzazione il nostro DNS primario e secondario dobbiamo digitare questo comando:

sudo nmcli device show <nome interfaccia> | grep IP4.DNS

Se volessi invece andare a modificare DNS primario e secondario dovrai eseguire questa serie di comandi:

sudo nano /etc/resolv.conf

Si aprirà un file di testo nel quale dovrai inserire una nuova riga per il DNS primario e un’altra per il DNS secondario.

Sarà necessario scrivere semplicemente scrivere 2 indirizzi, uno per ogni riga.

Al termine usciamo premendo Ctrl+X e S per salvare. Successivamente con il comando:

service network-manager restart

andiamo a riavviare i servizi di networking per rendere effettive le modifiche.

Se vuoi approfondire la questione DNS o semplicemente trovare gli indirizzi di un server DNS aperto puoi visitare la sezione dedicata su Wikipedia.

https://it.wikipedia.org/wiki/OpenDNS

In questa pagina viene introdotto OpenDNS ovvero un Server DNS aperto molto famoso.

Devi sapere che utilizzare un DNS aperto anziché quelli impostati di default dal tuo Internet Service Provider è molto più sicuro da un punto di vista di privacy e tracciamento, inoltre in questo modo puoi eludere la censura su molti siti.

In effetti gli enti adibiti alla censura, molto spesso, anziché chiudere i server di tali siti web si preoccupano semplicemente di rendere impossibile la traduzione del dominio sui server DNS degli Internet Service Provider.

Potrebbe capitare che al riavvio del network manager venga nuovamente reimpostato il DNS di default per evitare che questo avvenga

sudo nano /etc/dhcp/dhclient.conf

sostituisci la riga #prepend domain-name-servers 127.0.0.1

con prepend domain-name-servers <DNS PRIMARIO>, <DNS SECONDARIO>

successivamente Ctrl+X e S per salvare.

Ripetendo la procedura indicata in precedenza il tuo DNS cambierà e non verrà più reimpostato.

Nei prossimi articoli relativi a questo argomento faremo una panoramica per la gestione di Hostname e MAC Address quindi continua a seguire questa categoria.

Techno Age Admin

Vpn-Over-Tor contro Tor-Over-Vpn!

Previous article

Come avere Spotify premium su Iphone! 2020

Next article

Comments

Rispondi

Translate the page

Login/Sign up