ConsigliUtilità

Zoom VS Google Meet VS Microsoft Teams VS Cisco Webex!

0

In questo periodo come non mai c’è stata l’esigenza di usare programmi per fare videochiamate, per lavoro, scuola o anche per farsi un “saluto virtuale”.

Oggi andremo dunque a confrontare 4 app, quelle principalmente usate in questo periodo, ovvero Zoom, Google Meet, Cisco Webex e Microsoft Teams.

Queste app hanno tutte le funzionalità standard per videoconferenze, riunioni online.

Ci sono alcune differenze in termini di interfaccia, facilità d’uso, funzionalità e prezzo. Andiamo a scoprire le differenze!.

ZOOM

Zoom può essere utilizzato anche tramite un’app Web o una versione desktop. Gli utenti ricevono un ID meeting personale con il quale una chiamata può iniziare in qualsiasi momento.

Le chiamate con zoom possono essere collegate a calendari, inclusi Google Calendar, Microsoft Outlook e simili.

Le chiamate pianificate finiscono automaticamente nel tuo programma.

Inoltre, i partecipanti possono partecipare telefonicamente, per il quale gli amministratori possono scegliere quali numeri di accesso devono essere visualizzati per quali paesi.

Con un account Pro, c’è la possibilità di richiedere ai partecipanti di registrarsi per una chiamata.

Un breve sondaggio viene completato prima della loro partecipazione, il che è molto utile per webinar o eventi online.

Zoom ha una versione gratuita, una versione Pro per 14 euro per host al mese e una versione Business per 18,99 euro, per almeno 10 utenti, con più funzionalità rispetto alla versione Pro.

Esiste anche una versione Enterprise, allo stesso prezzo di Business.

Questa versione richiede un minimo di 100 utenti e ha, a sua volta, più funzionalità rispetto alla versione Business.

GOOGLE MEET

L’interfaccia di Meet è chiara e semplice.

Puoi pianificare, avviare e partecipare alle riunioni sul lato destro dello schermo e c’è un pulsante per regolare le impostazioni generali, video e audio.

Questo è in realtà tutto ciò che vedi nella schermata iniziale di Meet stesso.

Tutte le altre funzioni di Meet si trovano in luoghi diversi in G Suite, come la pianificazione delle chiamate, che si trova in Google Calendar.

La semplice interfaccia rende Meet un po ‘più facile da usare rispetto a Microsoft Teams e gli altri.

Nelle videochiamate stesse, le funzioni sono piuttosto basilari; l’accensione e lo spegnimento della fotocamera e del microfono avviene tramite i pulsanti standard.

C’è anche la possibilità di condividere il tuo schermo o solo una finestra di es. una certa applicazione.

In basso a destra c’è un menu con più opzioni, come la visualizzazione a schermo intero e la personalizzazione del layout a tuo piacimento.

Molto utile a mio parere è l’attivazione di didascalie, in cui appare una trascrizione diretta di chi parla in quel momento.

Gli utenti possono partecipare alle chiamate via e-mail, un collegamento condiviso o un invito del calendario e c’è la possibilità di effettuare la chiamata.

Inoltre, c’è la possibilità di trasmettere video fino a 100.000 spettatori all’interno di un dominio.

È anche possibile registrare le chiamate e salvarle direttamente su Google Drive.

Google Meet è disponibile dal 29 aprile gratuitamente, ma è molto probabile che a fine crisi torni ad essere a pagamento.

CISCO WEBEX

L’uso di Webex Meetings è piuttosto intuitivo.

Puoi scegliere Avvia riunione, Pianifica riunione o Partecipa a riunione nella dashboard; quei pulsanti parlano da soli.

Sul lato destro, è possibile visualizzare le riunioni programmate, se presenti, e i file visualizzati di recente.

Quando si pianifica una riunione, è possibile impostare funzioni standard come ora, data e durata della riunione e invitare le persone necessarie. Inoltre, è possibile aggiungere punti all’ordine del giorno, nonché una password per la riunione.

Inoltre, come con altri servizi, è possibile selezionare i dispositivi audio desiderati, ma queste impostazioni sono un po ‘più facili da trovare in Webex rispetto ad es. Team Microsoft.

Caratteristiche

Gli amministratori possono registrare la riunione, sia audio che video.

I partecipanti alla riunione possono quindi scaricare quella registrazione con un collegamento.

Inoltre, i partecipanti possono essere disattivati.

Tutti i partecipanti possono utilizzare una chat durante la riunione e gli host possono condividere il proprio desktop, un’app specifica o file dal proprio computer, inclusi i file video, con le altre persone presenti nella chiamata.

La cosa molto utile è che c’è una notifica per gli amministratori per vedere se la condivisione è abilitata o meno.

Ciò rende molto meno probabile che lascerà la funzione attiva al termine della chiamata. È anche possibile utilizzare una lavagna virtuale per condividere le note.

Per fini didattici Webex può essere usata gratuitamente dalle scuole.

MICROSOFT TEAMS

Teams non è solo uno strumento di videoconferenza ma anche uno strumento di chat completa.

La parte dedicata alle videoconferenze, che è simile a molte altre app, ad esempio dei pulsanti standard per microfono e fotocamera.

Tuttavia, spiccano una serie di funzioni: ad esempio, gli utenti possono scegliere, durante la chiamata, quale feed video viene visualizzato e quel feed può essere fissato sullo schermo.

Questo può essere fatto per più feed, quindi in una riunione video, ad esempio, è possibile visualizzare sia l’amministratore che un la persona che sta parlando.

Inoltre, c’è una funzione che ti assicura di essere nella foto quando sollevi il braccio, che può essere utile per attirare l’attenzione se c’è un problema con la connessione che deve essere risolto.

CONCLUSIONI

Quindi che scegliere? Zoom sarebbe la scelta migliore per le funzionalità estese che ha, ma purtroppo te la sconsiglio in quanto non c’è ancora molta chiarezza sulla gestione della privacy degli utenti, la scelta ricade dunque su Microsoft Teams e Google Meet, con Webex all’angolo per non avere grandi funzionalità ma avere una interfaccia molto pulita e semplice da capire.

Per questo articolo è tutto, se riscontri problemi o se qualche passaggio non ti è chiaro non esitare a contattarci su Telegram, per farlo premi il seguente link – – – > bit.ly/technoagegroup

Techno Age Admin

Come gestire le newsletter!

Previous article

Avere una risoluzione alta significa fare buoni video? Samsung galaxy S20

Next article

Comments

Rispondi

Translate the page

Login/Sign up