ProgrammazionePython

Python, guido all’uso delle liste

0

Benvenuto in questo nuovo articolo. Oggi, dopo diverso tempo, torniamo a parlare di python. In particolare, dopo aver visto i concetti fondamentali e l’uso basico delle variabili, cercheremo di capire concetti più tecnici e avanzati specifici di questo fantastico linguaggio di programmazione.

Una lista è una collezione ordinata di oggetti. Essendo a tutti gli effetti un oggetto, quest’ultima può essere memorizzata in una varabile, stampata o re-assegnata.

Oltre a queste banalità, le liste permettono di fare molte altre operazioni. Ad esempio, è possibile accedere a un particolare elemento (o gruppi di elementi) in maniera semplice e veloce. Per svolgere entrambe le operazioni è necessario utilizzare la classica notazione []. 

Vediamo in primo luogo l’accesso a un singolo elemento rifacendoci all’esempio precedente.

Ovviamente, come sicuramente saprai, gli indici in informatica partono sempre da 0 dunque, il primo elemento non avrà indice 1 bensì 0. Passiamo ora ad analizzare lo slicing, una tecnica che ci permette di estrarre più di un singolo elemento. In particolare, solitamente è utile per recuperare elementi indicizzati da un particolare range di valori. Vediamo un esempio pratico

Come puoi notare, è possibile anche omettere uno dei due estremi del range in questione. 

Passiamo ora ad analizzare alcune delle funzioni più comunemente utilizzare in combinazione alle liste. Tra queste abbiamo sicuramente:

  • sorted() – utile per ordinare una lista di elementi
  • len() – utile per estrarre la lunghezza della lista

Quelli appena analizzati tuttavia, sono dei metodi propri di Python. Infatti, oltre ad essi, le liste dispongono di moltissimi altri metodi propri dell’oggetto in questione. Per questi ultimi, non a caso, è necessario utilizzare la notazione lista.metodo(). Vediamone alcuni molto utili:

  • pop() – rimuove l’ultimo elemento della lista ritornando il suo valore
  • remove() – rimuove un elemento in particolare
  • insert() – aggiunge un particolare elemento in una posizione precisa
  • append() – aggiunge un elemento in ultima posizione
  • reverse() – inverte l’ordine degli elementi

Analizziamo questi metodi in pratica.

Per questo articolo è tutto. Ora, finalmente sai come poter utilizzare al meglio le liste in Python.

Techno Age Admin

Creare un BOT per gli utenti limitati!

Previous article

Come guardare le gare di F1 gratis!

Next article

Comments

Rispondi

Translate the page

Login/Sign up