10 CuriositàTech Info

TOP 5 fallimenti di Google!

0

Benvenuto in questo nuovo articolo. Oggi parliamo di Google, la famosa azienda Californiana che ormai da molti anni ci accompagna nelle nostre ricerche su internet e non solo.

Probabilmente anche tu come molti altri, pensando a Google, pensi a tutti i suoi prodotti gratuiti e perfetti, pensi al motore di ricerca, pensi a Drive, pensi a Youtube e a molto altro.

Tuttavia, Google come molte altre aziende non è perfetta per davvero e, nel corso della sua storia, ha dato vita anche a molti prodotti a dir poco fallimentari.

Detto ciò, in questo articolo rispolvereremo un po’ la nostra memoria ripercorrendo i peggiori flop di Big G.

5) Google Buzz

Quanti di voi si ricordano di Google Buzz? Probabilmente davvero poche persone. D’altronde questo pseudo social network ha avuto davvero vita breve.

Nacque nel 2010 con l’intento di creare un ambiente in cui gli utenti potessero condividere foto, video e altri elementi all’interno di gruppi e conversazioni.

Il progetto fallì miseramente e chiuse i battenti l’anno successivo.

4) Google Health

Cambiamo totalmente argomento passando a Google Health, un progetto che si poneva come obiettivo l’unificazione delle informazioni mediche creando una sorta di cartella medica digitale.

In questo caso il progetto non fallì tanto perché si trattasse di una cattiva idea ma piuttosto per la pessima gestione della privacy, un aspetto molto importante in un contesto come questo.

3) Google Answer

Sono sicuro che anche tu almeno una volta nella tua vita hai usato o consultato Yahoo Answer. Bene, forse la stessa cosa non vale per Google Answer che, fondamentalmente era molto simile al suo competitor ma che, a differenza del servizio di Yahoo, non è mai riuscito a creare un bacino di utenza accettabile.

Proprio per questo motivo fu chiuso nel 2014 dopo pochi anni di attività.

2) Google Glass

Proseguiamo con una vera e propria bomba. Stiamo parlando di Google Glass, un prodotto che nel lontano 2013 fu presentato come una vera e propria rivoluzione ma che, forse a causa dell’elevato costo (1500$) o forse per quel design discutibile non riuscì mai a conquistare il pubblico.

Per questo motivo, dopo circa 2 anni fu cessata la produzione di questo insolito dispositivo.

1) Google+

Concludiamo con Google+ ovvero l’ennesimo tentativo di Google di costruire un social network di successo.

Anche in questo caso, nonostante ogni utente Gmail ottenesse anche un account Google+ e nonostante ogni youtuber fosse praticamente costretto ad utilizzare la piattaforma per caricare un video, dopo quasi 10 anni, la piattaforma ha chiuso i battenti nel 2019.

La stessa Google ha ammesso di non essere riuscita nell’intento di battere i vari Facebook e Twitter decidendo così di concentrarsi su altri progetti ancora più ambiziosi.

Techno Age Admin

Come scaricare Minecraft PE gratis!

Previous article

Xbox vs PS5: Chi è il vincitore?

Next article

Comments

Rispondi

Translate the page

Login/Sign up